Testata_gdt
Foto Seta spa
Si rinnova il parco mezzi di Piacenza, in servizio nuovi bus urbani ed extraurbani
25 Giugno 2013 Autobus
Print Friendly, PDF & Email

Aria nuova nel trasporto pubblico piacentino grazie ai 16 nuovi mezzi a basso impatto ambientale, grazie ai quali l’esperienza di viaggio sulle linee urbane, interurbane ed extraurbane sarà più confortevole ed ecologica. A questi ultimi arrivi vanno aggiunti i 3 nuovi bus immessi in servizio nel mese di maggio, in totale dunque ben 19 i nuovi mezzi che Seta ha acquistato e messo a disposizione degli utenti piacentini in poco più di un mese. Con queste acquisizioni l’età media della flotta aziendale Seta di Piacenza (214 mezzi) scende da 14 a 12 anni, allineandosi alla media aziendale e regionale (pari a 12,4 anni).
Il nutrito gruppo di nuovi mezzi pubblici destinati a servire gli utenti piacentini è composto da 2 bus urbani Irisbus Citelis alimentati a metano, 4 autobus interurbani Mercedes Intouro e Irisbus Crossway e 10 pullman extraurbani Mercedes Integro. Tutti i mezzi sono classificati in ottemperanza alla normativa antinquinamento Euro 5, la più elevata al momento disponibile. Non solo: i 2 bus Citelis a metano ed i 4 bus interurbani Intouro e Crossway hanno anche qualcosa in più, ovvero l’appartenenza alla categoria EEV (Enhanced Environmentally-friendly Vehicle, che tradotto in italiano significa “veicolo ecologicamente avanzato”), potendo garantire emissioni assai inferiori a quanto stabilito dalla normativa di riferimento. Il vantaggio ambientale dei mezzi EEV sta infatti nelle minori emissioni inquinanti rispetto ad analoghi mezzi della stessa categoria, in particolare per quanto riguarda la bassa fumosità e l’abbattimento dei livelli di particolato.
Oltre al notevole miglioramento dal punto di vista ambientale, i nuovi mezzi garantiranno anche un importante salto di qualità per quanto riguarda il comfort e la sicurezza dei viaggiatori grazie agli spazi interni più ampi ed ergonomici, ai materiali più confortevoli impiegati negli arredi ed alla ridotta rumorosità di marcia.
L’investimento complessivo, tra costi di acquisto e di allestimento, è di oltre 3 milioni di euro ed è stato sostenuto da Seta con un contributo della Regione Emilia Romagna (ad eccezione dei 10 mezzi extraurbani Integro, interamente autofinanziati). Queste acquisizioni rappresentano una tappa dell’attuazione del Piano industriale 2012-2014, che fissa come punti prioritari il rinnovo del materiale rotabile e gli investimenti in tecnologie di bordo e di sistema nei tre bacini provinciali in cui opera l’azienda.
“Con l’entrata in servizio di questi nuovi mezzi ecologici e moderni – dichiara Filippo Allegra, Amministratore Delegato di Seta – l’azienda dà concreta realizzazione all’impegno, preso con gli utenti di Piacenza, di migliorare l’offerta di trasporto pubblico e ridurne l’impatto ambientale. L’ammodernamento della flotta è un punto fondamentale nella gestione del servizio, specialmente qui dove il parco mezzi registrava una maggiore sofferenza data dall’età media complessivamente più alta rispetto ad altre realtà regionali. Grazie a questi nuovi autobus che rispondono alle più severe normative europee, gli utenti piacentini potranno toccare con mano un notevole miglioramento qualitativo”.
Gli investimenti destinati a migliorare la vita dei clienti di Seta in territorio piacentino non si esauriscono con il rinnovo della flotta circolante. Entro il 2013, infatti, sarà completata l’installazione del sistema di controllo satellitare della flotta urbana ed extraurbana, grazie al quale ogni autobus in servizio sarà monitorato in tempo reale da una centrale operativa digitalizzata. L’attivazione di questa infrastruttura tecnologica consentirà all’azienda di verificare la regolarità di ogni singola corsa (intervenendo con tempestività laddove necessario), ed agli utenti di conoscere con esattezza i tempi di percorrenza e di passaggio ad ogni fermata. Grazie al finanziamento garantito dal progetto regionale GIM (Gestione Informata della Mobilità), verranno attivati anche importanti servizi di infomobilità sia lungo le linee (paline “intelligenti” con display) sia in remoto (informazioni telefoniche sugli orari effettivi dei bus).
“L’efficienza tecnologica ed il miglioramento degli standard qualitativi sono requisiti fondamentali per il successo del sistema del trasporto pubblico: ecco perché Seta pone un’attenzione particolare agli investimenti in tecnologie di bordo e di sistema” sostiene Pietro Odorici, Presidente di Seta. “Basti ricordare – prosegue Odorici – le tante e significative novità che l’azienda ha introdotto nel territorio piacentino a partire dal 2012: la bigliettazione elettronica; l’installazione su tutti i mezzi di telecamere digitali per la videosorveglianza interna ed esterna; l’attivazione di nuove biglietterie aziendali; la possibilità di acquistare o ricaricare il proprio abbonamento via internet o presso gli sportelli bancomat abilitati”.

La scheda tecnica dei nuovi bus è disponibile a questo LINK

Comments are closed
IlPendolare Magazine - La Gazzetta dei Trasporti Registrazione Tribunale di Roma n. 461/2007 Una realizzazione Officina Mediatica di Giovanni Giglio - P.Iva 12971161000 // Hosted by Aruba
****