Testata_gdt
Convoglio Trenord - Foto Daniele Barrella
Al via il “Progetto Valtellina” per il rilancio del trasporto ferroviario sulla Milano-Sondrio-Tirano
10 Marzo 2014 Ferrovie
Print Friendly, PDF & Email
Convoglio Trenord - Foto Daniele Barrella

Convoglio Trenord
Foto Daniele Barrella

Regione Lombardia, Trenord e Rete Ferroviaria Italiana (RFI) insieme per migliorare il servizio ferroviario in Valtellina e Valchiavenna. E’ il “Progetto Valtellina”, il piano di rinnovamento che interesserà nel corso del 2014 le direttrici Milano-Lecco-Sondrio-Tirano e la Colico-Chiavenna, su tre ambiti: treni, infrastrutture e orari.
La direttrice Milano-Lecco-Sondrio-Tirano è la più lunga della Lombardia, 156 Km. Su questa tratta i treni Trenord percorrono 3,5 milioni di chilometri ogni anno, trasportando circa 50.000 passeggeri al giorno. Questa direttrice comprende la linea suburbana S8 (Lecco-Carnate-Milano p.ta Garibaldi), che si avvantaggia del raddoppio Carnate-Lecco, ma anche la più lunga tratta a binario unico in Lombardia (Lecco-Tirano,106 km).
Numerose le novità relative, innanzitutto, ai nuovi treni. A partire dall’estate 2014, ed entro la fine dell’anno, entreranno in esercizio sulla linea Milano-Tirano 6 nuovi treni Coradia (nome tecnico ETR 245) della commessa di 63 nuovi convogli acquistati per i pendolari lombardi grazie ad un investimento di oltre 500 milioni di euro sostenuto da Regione Lombardia, Trenord, Trenitalia e Gruppo FNM. Il Coradia è un convoglio articolato, formato da 5 casse; lungo 82,2 metri, offre 250 posti a sedere e ampi spazi per i bagagli ingombranti. Gli ETR245 possono viaggiare in doppia composizione, in questo caso con una capacità di trasporto complessiva di quasi 500 posti a sedere.
Grazie ai finanziamenti del programma di cooperazione tra Italia e Svizzera denominato Interreg, sostenuto da Regione Lombardia, Trenord, Provincia di Sondrio e Cantone dei Grigioni inoltre, per i servizi di tipo regionale (R) sulla Lecco-Sondrio-Tirano e sulla Colico-Chiavenna, ogni due mesi, da marzo al prossimo dicembre entreranno in servizio 6 convogli a 3 carrozze completamente ristrutturati del gruppo ALe 582. Gli interventi prevedono una radicale azione di ristrutturazione e restyling di tutti i convogli (il cosiddetto revamping): climatizzazione, pellicolatura esterna, revisione delle parti meccaniche ed elettriche, ripristino dei pannelli delle pareti interne e delle toilette, sostituzione dei rivestimenti delle sedute, revisione degli impianti di diffusione sonora. Il primo di questi convogli entrerà in servizio il prossimo 25 marzo.
Relativamente agli orari, da giugno 2014, sarà potenziata e migliorata con nuove corse Regio Express l’offerta della linea Milano-Lecco-Sondrio-Tirano. La prima alle 7.20, con arrivo in tempo per la coincidenza con il trenino rosso del Bernina, l’altra alle 13.20. Un’altra corsa, questa volta solo il sabato, sarà aggiunta alle ore 9.20.
La fascia oraria dei collegamenti Sondrio-Milano, inoltre, sarà estesa: il primo arrivo a Milano Centrale da Sondrio sarà alle 6.40 (con partenza alle 4.38), dando la possibilità di prendere le coincidenze con i treni per le principali destinazioni nazionali. La stessa opportunità sarà valida per il rientro serale: partenza da Milano per Sondrio alle 21.20, con arrivo alle 23.33.
Rete Ferroviaria Italiana, infine, potenzierà gli impianti della linea e attuerà opere di ammodernamento in numerose stazioni del territorio valtellinese.
Verranno realizzati nuovi apparati tecnologici nelle stazioni di Tirano, Sondrio e Dubino nonché una serie di interventi per consentire la gestione contemporanea dei movimenti e la velocizzazione di itinerari deviati a Bellano, Morbegno, Sondrio e Ponte Valtellina. L’intervento sull’impianto ha un costo di oltre 5 milioni di euro e comprende l’impianto di asservimento nella tratta Bellano-Tirano, la nuova cabina di Ardenno, il gruppo di conversione di Villa Tirano e Bellano, oltre che adeguamenti nella stazione di Morbegno. I costi saranno coperti per 3,65 milioni da Regione Lombardia e per 1,5 milioni da RFI.
Regione Lombardia ha chiesto a RFI un piano di medio periodo affinché sia possibile pianificare interventi sulla rete indispensabili per l’ammodernamento della linea. Si tratta di un progetto da circa 30 milioni di euro che prevede interventi sui binari, l’innalzamento della velocità Lecco-Colico e il potenziamento delle stazioni di Lecco, Bellano, Sondrio, Ponte Valtellina, Tirano, Dubino.
In particolare a Bellano sono previste modifiche ai binari e al segnalamento per velocizzazioni degli itinerari deviati e consentire “movimenti contemporanei”. A Ponte in Valtellina verrà allungato il binario di incrocio per i treni diretti. Saranno sostituiti gli impianti di distanziamento e verrà realizzato un posto di blocco intermedio tra Lecco e Abbadia Lariana. Anche a Sondrio saranno modificati i binari per consentire una velocizzazione degli itinerari e verrà sostituito l’apparato centrale con integrazione nel sistema di telecomando della linea. Stessi interventi anche a Tirano. A Dubino sarà realizzata una nuova stazione di incrocio con nuovo marciapiede, sottopasso e un nuovo apparato centrale.

"5" Comments
Comments are closed
IlPendolare Magazine - La Gazzetta dei Trasporti Registrazione Tribunale di Roma n. 461/2007 Una realizzazione Officina Mediatica di Giovanni Giglio - P.Iva 12971161000 // Hosted by Aruba
****