Testata_gdt
Il tram di Palermo - Foto Gazzetta dei Trasporti
Primo collaudo ufficiale per il tram di Palermo
14 Luglio 2014 Highlights
Print Friendly, PDF & Email
Il tram di Palermo - Foto Gazzetta dei Trasporti

Il tram di Palermo
Vai alle foto

Da lunedì 14 luglio via ufficiale ai collaudi per il tram di Palermo. Nel giorno di Santa Rosalia, una delle feste più importanti della città e dopo l’avvio della campagna pubblicitaria (v. articolo), con una cerimonia ufficiale il primo tram bianco realizzato da Bombardier è giunto alla fermata Ponte Ammiraglio, con a bordo il sindaco Leoluca Orlando, l’Arcivescovo di Palermo Cardinale Paolo Romeo, l’assessore comunale alla Mobilità Giusto Catania e i vertici di Amat.
“Oggi abbiamo messo il tram sui binari – ha detto il sindaco Orlando – e questo ha un valore speciale perché serve a collegare l’oltre Oreto, per troppo tempo abbandonato, al centro della città. Ci avviciniamo sempre di più ad una città moderna. Adesso, dopo anni di interruzioni, stasi e difficoltà – ha aggiunto Orlando – con questo primo tratto diamo il segnale di un dato certo: entro 31 dicembre 2015 Palermo avrà tre linee di tram perfettamente funzionanti. Il tram serve per creare unità nella città e per alleggerire il traffico veicolare, basta pensare che ognuno di questi mezzi può portare a bordo 250 persone con frequenze massimo ogni cinque minuti”.
“Questo mezzo velocizzerà l’essere tutti insieme permettendo alle persone di spostarsi da un quartiere all’altro in tempi rapidi – ha detto l’arcivescovo di Palermo Cardinale Paolo Romeo – Tutti insieme dobbiamo lavorare per incrementare la dignità della persona umana e soprattutto la convivenza civile e mi auguro che con questa spinta, come diceva Don Pino Puglisi, ognuno di noi moltiplichi i suoi sforzi, perché insieme possiamo fare molto per questa città. Abbiamo scelto di inaugurare il tram oggi perché oggi inizia il Festino di Santa Rosalia che rappresenta la simbiosi tra la Santa e la città – ha concluso l’arcivescovo di Palermo – Io penso che uno strumento che dovrebbe facilitare la mobilità umana non può che favorire il sentirsi città e il costruire insieme”.
Luigi Corradi, Amministratore Delegato di Bombardier Transportation Italy, ha ringraziato il sindaco Orlando per questa speciale occasione in questo importante giorno di festa. “Siamo orgogliosi dei nostri tram FLEXITY, che forniranno un servizio sicuro, più veloce e confortevole per Palermo. Bombardier è pronta a soddisfare le esigenze di mobilità delle città italiane con soluzioni all’avanguardia, come questo fantastico tram che oggi è stato ammirato da tutta la città”.
Il sistema tram di Palermo consiste in tre linee per complessivi 15km di binari. La prima linea, di circa 5km e che inizia i collaudi in questi giorni, dalla Stazione Centrale attraverso Brancaccio fino a Roccella, la seconda dalla Stazione Notarbartolo a Borgo Nuovo, e la terza dal quartiere Cep a Corso Calatafimi percorrendo Viale della Regione Siciliana.

Mappa_tram_Palermo
L’intero sistema porterà circa 10 milioni di passeggeri l’anno, una media di oltre 29mila al giorno, e servirà anche a diminuire il traffico, tagliando smog ed emissioni di Co2. Infatti con una sola corsa della linea di tram si eviterà la circolazione di almeno 102 auto e l’emissione di quasi 5 chili di Co2; ogni anno, la città risparmierà 423mila tonnellate di gas serra. Non ci saranno interferenze con il traffico cittadino perché le vetture, che viaggiano in una sede protetta, sono fornite di un sensore che allerta i semafori agli incroci dell’arrivo dei veicoli dando così sempre strada libera. In sostanza il tram avrà sempre una ‘onda verde’ e potrà, in certi tratti, arrivare a viaggiare a 70 km/h.
Per i 15 chilometri del nuovo sistema tramviario cittadino, saranno a disposizione 17 tram FLEXITY Outlook realizzati dalla Bombardier negli stabilimenti di Vienna, equipaggiati con il sistema di gestione del traffico BOMBARDIER CITYFLO 150. I tram sono bidirezionali, a pianale completamente ribassato, dotati di carrelli tradizionali e assicurano un viaggio confortevole. Bombardier è stato il primo costruttore del settore a combinare la tecnologia del pianale completamente ribassato con l’utilizzo di carrelli di tipo tradizionale. Il comfort dei passeggeri è migliorato ulteriormente dal livello degli accessi, dall’aria condizionata, dagli interni privi di gradini e dagli spazi riservati alle sedie a rotelle. Lunghi 32 metri e larghi 2,4, possono raggiungere una velocità massima di 70 km orari, hanno una capacità di 56 posti a sedere e 132 in piedi. A bordo, inoltre, un display che annuncerà le fermate e il lato di apertura delle porte, telecamere che riprenderanno tutte le fermate sotto il controllo di un postazione centrale.

"2" Comments
Comments are closed
IlPendolare Magazine - La Gazzetta dei Trasporti Registrazione Tribunale di Roma n. 461/2007 Una realizzazione Officina Mediatica di Giovanni Giglio - P.Iva 12971161000 // Hosted by Aruba
****