Testata_gdt
Pronto il primo convoglio “Blues” di Trenitalia
26 Novembre 2020 Fotonews
Print Friendly, PDF & Email

Dopo il mock-up in scala reale presentato alle Associazioni di categoria lo scorso settembre, il nuovo “Blues” di Trenitalia prende ufficialmente forma.

HTR 412.001 presso la stazione di Pistoia – ©Sandro Capecchi

Il primo convoglio (n. 001) è stato infatti trasferito dall’impianto produttivo di Hitachi Rail Italy di Pistoia, ed è diretto presso il Centro Sperimentale Italferr di Firenze Osmannoro per il consueto ciclo di prove atte all’ottenimento dell’AMIS (Autorizzazione di Messa in Servizio). Curatrice del trasferimento è stata DB Cargo Italia, che ha utilizzato la E494.554 per compiere il trasferimento.

E494.554 di DB Cargo Italia titolare del trasferimento – ©Sandro Capecchi

Classificato come HTR 312/412, il “Blues” è un convoglio derivato dalla piattaforma “Massaccio”, la stessa dei Rock. Prodotto in due versioni, da 3 o 4 elementi, è dotato di alimentazione “ibrida” elettrica/diesel: è infatti in grado di viaggiare anche su linee non elettrificate tramite l’ausilio della propulsione termica. Derivando dalla stessa piattaforma il “Blues” risulta essere molto simile al Rock, con la differenza che quest’ultimo ha un unico piano interno. Può raggiungere una velocità massima di 160 km/h ed ha una capacità di 219 posti per la versione a 3 casse (HTR 312), fino ad arrivare a 306 posti per la versione a 4 casse (HTR 412)

HTR 412.001 presso la stazione di Pistoia – ©Sandro Capecchi

La commessa, assegnata da Trenitalia ad Hitachi Rail Italy dopo alcune divergenze con Stadler e Alstom (le quali hanno anche presentato ricorso, nei confronti di Hitachi Rail, al Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio), prevede la produzione complessiva di 43 convogli, con l’eventuale opzione per ulteriori convogli fino ad un massimo di 135 totali. Il valore totale si aggira sugli 1,6 miliardi di euro.

HTR 412.001 presso la stazione di Pistoia – ©Sandro Capecchi

I 43 convogli iniziali dovrebbero essere così ripartiti:

  • Lazio – 3 treni
  • Sardegna – 8 treni
  • Sicilia – 17 treni
  • Toscana – 11 treni
  • Valle d’Aosta – 4 treni

La loro entrata in esercizio è prevista per il 2022.

Comments are closed
IlPendolare Magazine - La Gazzetta dei Trasporti Registrazione Tribunale di Roma n. 461/2007 Una realizzazione Officina Mediatica di Giovanni Giglio - P.Iva 12971161000 // Hosted by Aruba
****