RFI inaugura la Sala operativa nazionale per la gestione del traffico ferroviario




La sala operativa nazionale di RFI - Foto FS Italiane

La sala operativa nazionale di RFI
Foto FS Italiane

Una torre di controllo del traffico ferroviario nazionale ultra tecnologica con schermi touch, impianti high tech per gli operatori e visualizzazione in tempo reale della circolazione dei treni nei principali nodi ferroviari.
È la nuova Sala operativa nazionale di RFI-Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane), che monitora – istante per istante, 24 ore al giorno – la circolazione di circa 9mila treni/giorno su oltre 24mila chilometri di binari, verifica lo stato di efficienza dell’infrastruttura ferroviaria nazionale (binari, scambi, segnali, sistemi tecnologici di sicurezza, sistema di alimentazione dei treni, eccetera) e coordina la gestione del traffico ferroviario al verificarsi di emergenze e criticità rilevanti.
La grande novità tecnologica della nuova Sala operativa nazionale di RFI è il sistema Operation Control Room. Due schermi touch permettono, durante anormalità o guasti, di visualizzare in dettaglio tutte le informazioni (piani schematici di stazione e linee, planimetrie, ponti, viadotti, gallerie esistenti e dati storici) utili per coordinare tempestivamente l’intervento in emergenza dei tecnici. Inoltre, il sistema consente di geolocalizzare le squadre di manutenzione, i mezzi di soccorso più vicini e i treni fermi in linea.
Una vera e propria cabina di regia che integra i processi di gestione e controllo del traffico ferroviario su circa 16.700 km di linee con le attività di diagnostica predittiva (fissa e mobile, con una flotta di treni dedicati) garantendo i migliori standard di sicurezza, regolarità e puntualità e una maggiore tempestività di intervento in caso di anormalità o guasti.
La Sala operativa nazionale, in sinergia e coordinamento con le 14 Sale operative territoriali, oltre a controllare l’andamento del traffico ferroviario, gestisce tutte le attività necessarie e funzionali per garantire la continuità della circolazione ferroviaria in caso di anormalità, guasti o eventi esterni che determinano stop temporanei. È l’interfaccia operativa delle 33 imprese ferroviarie e autorizza e monitora tutte le modifiche chieste alla quotidiana offerta commerciale programmata.
Gli operatori (35, distribuiti in 3 turni nell’arco della giornata) hanno a disposizione per le attività lavorative tecnologie di ultima generazione: 56 monitor (4 da 84 pollici) in rete grazie a 200 metri di cavi in fibra ottica e alimentati da 3 mila metri di cavi elettrici.
La nuova Sala operativa nazionale è stata arricchita anche di nuove postazioni operative:

  • gestione manutenzione: per la supervisione di oltre 25mila scambi, 1.255 chilometri di gallerie e 530 chilometri tra ponti e viadotti, 9.200 chilometri di elettrodotti e 367 centrali e sottostazioni elettriche;
  • diagnostica fissa e mobile e sistemi alimentazione elettrica treni: controlla e analizza tutti dati – oltre 200 parametri relativi a armamento (binari e pietrisco), energia (linea di contatto), segnalamento e telecomunicazioni (sistema radio GSM-R) ricevuti in tempo reale dalla flotta dai treni diagnostici di RFI. Flotta che ha in Dia.Man.Te. – primo treno al mondo in grado di misurare a 300 km/h lo stato delle infrastrutture ferroviarie (linee AV/AC) – e Archimede (viaggia a 200 km/h sulle linee convenzionali) le punte di eccellenza.
  • monitoraggio traffico merci: operatori dedicati per seguire passo passo i trasporti del segmento di business che, con i suoi 450 treni/giorno, è al centro, assieme al trasporto regionale, del piano industriale del Gruppo FS Italiane;
  • servizi Sale Blu RFI: monitoraggio e controllo delle attività delle 14 Sale territoriali per una sempre migliore assistenza alle persone a ridotta mobilità e con disabilità che viaggiano in treno, in particolare in caso di anormalità o guasti;
  •  informazione ai viaggiatori: questa postazione controlla l’informazione nelle circa 2.200 stazioni italiane e monitora la funzionalità dei sistemi di informazione e delle periferiche audio e video.

La Sala operativa nazionale, in caso di particolari criticità, può visualizzare in diretta anche le immagini trasmesse dalle telecamere di sicurezza installate nelle stazioni ferroviarie, quotidianamente controllate e supervisionate dalla Sala operativa della Protezione aziendale, e può essere collegata con la Sala unità di crisi dove gli Amministratori Delegati delle società operative e il top management del Gruppo FS Italiane seguono minuto per minuto l’evolversi del traffico ferroviario al verificarsi di criticità particolarmente rilevanti e con impatto significativo sulla circolazione dei treni.

Shortlink: