Con il Polo Mercitalia cambia il trasporto merci su ferrovia

Gezzi, Delrio, Gosso, Mazzoncini presentano Mercitalia - Foto Daniele Barrella

Gezzi, Delrio, Gosso, Mazzoncini presentano Mercitalia
Foto Daniele Barrella

Operativo già da gennaio 2017, il Polo Mercitalia presenta ufficialmente le strategie e gli obiettivi del nuovo unico grande raggruppamento delle società del Gruppo FS Italiane che operano nel business del trasporto merci e della logistica.
Sotto le volte di Milano Centrale Renato Mazzoncini, AD del Gruppo FS Italiane, e Marco Gosso, AD di Mercitalia Logistics, insieme a Gioia Ghezzi e Ivan Soncini, presidenti rispettivamente di FS Italiane e Mercitalia Logistics e alla presenza di Graziano Delrio, ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti hanno illustrato le attività e le risorse che permetteranno di cambiare in modo radicale il trasporto ferroviario merci e i servizi di logistica del Gruppo FS Italiane. Il Polo Mercitalia si candida ad essere il nuovo soggetto trainante, nel Paese, del business del trasporto merci e della logistica integrata, come ha tenuto ad evidenziare Mazzoncini, che ha puntualizzato come la nuova holding rappresenti un “soggetto pubblico, senza finanziamenti, che opera a mercato”, rimarcando come sia il “cliente la mission fondamentale. Abbiamo investito su settore importante per paese e dimostreremo che è in grado di attrarre investimenti”.
Per il ministro Delrio “La cura del ferro continua. Nel 2016 più 6% merci su ferro. Il Paese ha bisogno di una svolta ecologica e la logistica é un fattore chiave. Meno camion e aria più pulita”. Un concetto ribadito anche dalla presidente Ghezzi, per la quale è fondamentale “Raddoppiare nei prossimi 10 anni il gruppo logistico di Mercitalia ed entro il 2030 raggiungere il traguardo del 50% delle merci trasportate via treno”.

Nel Piano Industriale 2017-2026 del Polo Mercitalia sono programmati investimenti per 1,5 miliardi di euro. Oltre un miliardo è destinato al materiale rotabile, mentre 100 milioni saranno impiegati per i terminal intermodali (previsti nuovi impianti a Milano, Brescia e Piacenza) in asse con il Gottardo e il Core Corridor Reno-Alpi (Genova – Rotterdam), 250 in acquisizioni di altre imprese per espandere il business e ulteriori 100 per information technology & sicurezza.
È l’investimento complessivo più significativo che le Ferrovie italiane abbiano mai fatto nel settore merci, come ribadito dall’AD di Mercitalia Gosso. “Tra i nostri obiettivi il risanamento per migliorare la produttività ed il miglioramento degli asset impegnati nei servizi di logistica e trasporti. Investiremo 1,5 mld di euro per incrementare i servizi cargo e il rinnovo del materiale rotabile, oltre a focalizzare risorse su corridoi europei guardando anche al rilancio internazionale attraverso TXLogistics”.
Il Polo Mercitalia, 4mila dipendenti, un fatturato di circa un miliardo di euro all’anno, una flotta di circa 600 locomotori e 26 mila vagoni, avrà il compito di risanare e rilanciare il business merci del Gruppo FS Italiane, sviluppando soluzioni integrate di trasporto merci e logistica che permettano di valorizzare la modalità ferroviaria puntando a raggiungere l’utile già nel 2018 ed il raddoppio dei ricavi in dieci anni (dal miliardo fatturato nel 2016 ad oltre 2 miliardi nel 2026).
Il rinnovo del materiale rotabile è già iniziato con la sigla di due contratti di noleggio full manteinance per 20 nuove locomotive elettriche. Tra qualche giorno sarà avviato anche l’iter che permetterà a Mercitalia Rail e a TX Logistik di acquistare ulteriori 125 nuove locomotive elettriche nei prossimi anni, sia per il mercato nazionale che per quello europeo. Nel dettaglio è previsto l’arrivo di 30 locomotive monotensione per Mercitalia Rail (probabilmente E483) con l’opzione di ulteriore 30, e di 40 macchine politensione sia per Mercitalia che TX Logistic (delle classi E189 e E193) con l’zione di ulteriori 25.
Il raggruppamento delle società operative in un unico Polo consentirà di ottimizzare i servizi: i clienti potranno confrontarsi con un unico interlocutore, con conseguente risparmio di tempo e risorse.
Un’attenzione particolare verrà dedicata al rilancio delle attività internazionali che hanno il punto di forza in Tx Logistik, la società del Polo con base in Germania che ambisce a diventare cost/quality leader nei servizi di trazione ferroviaria, da e per l’Italia, sui grandi Core Corridors europei di traffico merci transalpini.

Il Polo MERCITALIA, di cui la Capogruppo è la sub-holding MERCITALIA Logistics, è composto dalle società:

  • MERCITALIA Logistics, specializzata nella valorizzazione degli asset immobiliari a destinazione logistica e in attività di logistica integrata
  • MERCITALIA Rail, la maggiore impresa ferroviaria merci italiana
  • Gruppo TX Logistik, la seconda più grande impresa ferroviaria merci in Germania, attiva in numerosi Paesi europei
  • CEMAT, il più grande operatore del trasporto combinato in Italia ed il terzo in Europa
  • MERCITALIA Transport & Services, specializzata nei servizi di trasporto su gomma e di logistica a valore aggiunto
  • MERCITALIA Terminal, uno dei maggiori gestori di terminal intermodali in Italia
  • TERALP (Terminal AlpTransit), specializzata nella realizzazione di infrastrutture terminalistiche all’avanguardia
  • TLF società per la commercializzazione di servizi di logistica in Francia

APPROFONDIMENTI NEL PROSSIMO NUMERO DI MARZO 2017

Shortlink: